I cookie ci aiutano a fornire in maniera corretta le informazioni di questo sito. Consultando le varie pagine di questo sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Il territorio del Broccolo Fiolaro

broccolo 03

La collina di Creazzo dove si coltiva il Broccolo fiolaro è un vero e proprio “giacimento gastronomico”. Anzi, è un’isola dall’identità precisa con 4.000 prodotti biodiversi esistenti. Ma quella collina alla Rivella è anche un incrocio della storia di non poco conto.
Se con un’ipotetica macchina del tempo tornassimo al 7 ottobre 1513 da quella collina anziché i broccoli in fiore potremmo vedere l’esercito imperiale di Carlo V, portabandiera della Lega di Cambrai, che sconfigge i veneziani di Bartolomeo D’Alviano, capitano della “Serenissima”. Per colpa dell’impeto dei fanti spagnoli e dei lanzichenecchi tedeschi, restano sul campo 8000 soldati veneti.

E se tornassimo ancora più indietro nel tempo nel 774 da quella collina si potrebbe scorgere un’altra barba celebre, quella di Carlo Magno, che tra Creazzo e Sovizzo sconfigge i Longobardi dell’ex suocero Desiderio chiudendo la partita e rafforzando il suo Sacro Romano Impero in Italia.

Ci sono stati piedi illustri, che hanno calpestato quella terra che adesso fa nascere il “broccolo fiolaro”.